Visualizzazione post con etichetta Germania. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Germania. Mostra tutti i post

martedì 25 giugno 2024

Various Artists - Progressive Rock Sinfonico Tedesco, anni '70. Vol. 4

                                              Various Artists 

                                             Progressive Rock Sinfonico Tedesco

                                                                   Vol. 4

Il Rock Progressivo sinfonico tedesco rappresenta una corrente unica all'interno della scena musicale globale, distinguendosi per la sua ricchezza compositiva e la profondità dei temi trattati. Questo genere unisce la complessità strumentale del rock progressivo con l'approccio sinfonico della musica classica, creando opere che spaziano oltre i confini della tradizionale struttura canzone, esplorando nuove dimensioni sonore e narrative.


Contestualizzazione del rock progressivo sinfonico tedesco

Emergendo alla fine dei '60 ed agli inizi dei '70, il rock progressivo sinfonico tedesco si è sviluppato in parallelo ai fenomeni simili della  Gran Bretagna, ma distinguendosi per un'impronta più sperimentale e un'identità meno legata al mainstream. Band come Madison Dyke, Novalis e Galaxy hanno contribuito a definire il suono distintivo di questo genere, mescolando elementi di Folk, Jazz, musica Classica ed Elettronica.






Tracks lists:

1) Madison Dyke - Zeitmachine  (16:30)
2) Novalis - Es Farbte Sich De Wiese Grun  (8:20)
3) Trilogy - Changing Scene  (9:24)
4) Troya - Sinclair  (5:00)
5) Galaxy - Nature's Clear Well  (10:53)
6) Zyma - Thoughts  (8:14)
7) Ramses - Devil Inside  (4:54)
8) Yavanna - Atalante  (6:40)

                                                                       Madison Dyke

"Zeitmachine" è un esempio lampante di come il rock progressivo sinfonico tedesco giochi con i concetti di tempo e spazio attraverso la musica. La Band Madison Dyke utilizza complessi giochi ritmici e una varietà di timbri strumentali per portare l'ascoltatore in un viaggio attraverso epoche diverse, dimostrando un equilibrio tra virtuosismo e narrazione.

                                                                              Novalis


I Novalis, con il brano "Es Farbte Sich De Wiese Grun", esprimono la loro profonda connessione con la natura e la tradizione culturale tedesca. Utilizzando tematiche legate alla natura e alla poesia romantica, arricchiscono il loro sound con strumentazioni ricche e arrangiamenti complessi, offrendo un'esperienza d'ascolto appagante e ricca d sfumature.

                                                                              Trilogy


Il brano "Changing Scene" dei Trilogy si distingue per la sua struttura dinamica, che riflette il mutare delle scene a cui il titolo allude. Variazioni ritmiche e tematiche si susseguono, dipingendo paesaggi sonori che rievocano varie immagini e sensazioni, dimostrando la capacità della band di fondere insieme più atmosfere e influenze musicali.

                                                                            Troya


"Sinclair" dei Troya colpisce per la sua energia e intensità, caratteristiche che rendono il brano un pilastro all'interno del panorama Progressive Tedesco. L'uso audace dei sintetizzatori, accanto a una sezione ritmica potente, crea una dimensione quasi onirica, che trasporta l'ascoltatore attraverso una narrazione musicale densa  di emozioni e riflessioni.

                                                                 Galaxy (Full album)


In "Nature's Clear Well" dei Galaxy, l'approccio compositivo si concentra sulla creazione di un paesaggio sonoro tanto vasto quanto dettagliato. L'alternanza di momenti tranquilli e assoli di chitarra mozzafiato, insieme a un solido lavoro di sezione ritmica, evoca una sensazione di purificazione e rinnovamento, in perfetta armonia con il titolo del pezzo.

                                                                              Zyma


"Thoughts" dei Zyma si presenta come un vero capolavoro di sperimentazione e innovazione. La traccia esplora diversi stati d'animo, passando da momenti meditativi a esplosioni di energia pura. La varietà degli arrangiamenti e l'uso sapiente degli strumenti evidenziano la ricerca continua della band verso nuove forme espressive.

                                                                           Ramses


In "Devil Inside" i Ramses Offrono Un'interpretazione profonda delle lotte interiori dell'uomo con i propri demoni. Il brano si distingue per i suoi testi intensi e una composizione che oscilla tra la quiete e la tempesta, metafora della battaglia tra bene e male che si svolge nell'animo umano. L'ambivalenza emotiva e la tensione crescente sono tra gli elementi più affascinanti di questa opera.

                                                                            Yavanna


"Atalante" dei Yavanna è un'invocazione a mondi perduti e mitici, dove la musica diventa veicolo per un viaggio all'interno delle leggende del passato. Le melodie ispirate e i ricchi arrangiamenti strumentali si combinano per creare un'opera che è allo stesso tempo epica e profondamente personale, evidenziando la capacità del genere di raccontare storie universali attraverso la lingua universale della musica.

lunedì 24 giugno 2024

Various Artists - Progressive Rock Sinfonico Tedesco, anni '70, Vol. 3

                                                                    Various Artists

                                           Progressive Rock Sinfonico Tedesco

                                                                             Vol. 3



Tracks Lists:

1) Triumvirat - Illusions On A Douple Dimple  23:21
2) Epidaurus - Silas Marner  07:52
3) Tibet - White Ships And Icebergs  06:18
4) Rousseau - Le Grand Revier  05:12
5) Scaramouche - A Cloud In The Sky  06:08
6) Neuschwanstein - Midsummer Day  07:45
7) Flaming Bess - Bedrohung  08:36
8) Serene - We've Only Just Begun  07:21  

                                                                          Triumvirat

Questo brano rappresenta una pietra miliare nel genere, portando l'ascoltatore attraverso un viaggio sonoro multidimensionale.I Triumvirat mescolano con maestria complessi arrangiamenti orchestrali con momenti più intimi, creando un'opera con una straordinaria profondità emotiva. La varietà di strumenti e l'esplorazione di nuovi spazi sonori rendono "Illusion on a Double Dimple" un'esperienza di ascolto indimenticabile.


                                                                          Epidaurus


"Silas Marner" degli Epidaurus è un esempio raffinato di come la struttura e la composizione possano elevarsi a livelli poetici. Il pezzo fluisce attraverso diverse sezioni, ognuna con la sua identità ed atmosfera, pur mantenendo una coerenza complessiva. La cura del dettaglio e la precisione dell'esecuzione sono imprescindibili, manifestando un equilibrio perfetto tra tecnica e ispirazione.


                                                                               Tibet

Con "White Ships and Icebergs", i Tibet trasportano l'ascoltatore in una dimensione sognate, quasi surreale. Le atmosfere create sono dense di emotività, e la dinamica tra quiete e tempesta è gestita con grande abilità. Il brano dimostra come il progressive rock sinfonico possa essere potente nel comunicare sensazioni profonde, quasi visive.

                                                                             Rousseau

I Rousseau, con "Le Gand Revier", esplorano territori che impongono una riflessione sulla natura stessa del rock progressive. Gli elementi distintivi, come l'uso innovativo dei sintetizzatori e le melodie affascinanti, si fondono in un insieme riccamente orchestrato. Questo pezzo riflette un desiderio di esplorazione e di superamento dei confini usuali del genere.

                                                                         Scaramouche


"A Cloud in the Sky" degli Scaramouche è un brano che parla al cuore attraverso le sue influenze musicali. La fusione tra classicismo e modernità è gestita con una sensibilità unica, portando alla luce uno spettro emotivo ampio. La ricchezza delle texture sonore e la profondità lirica offrono un esempio luminoso di quanto la musica possa essere evocativa e suggestiva.

                                                                      Neuschwanstein

"Midsummer Day" dei Neuschwanstein è  una celebrazione dell'orchestra e degli arrangiamenti nel progressive rock. La grandiosità orchestrale, unita alla precisione dei dettagli e alla costruzione melodica, crea un'opera che è allo stesso tempo sontuosa e intimamente toccante. L'equilibrio tra i vasti paesaggi sonori e i momenti di pura emotività è magistralmente contenuto.

                                                                         Flaming Bess

"Bedrohung" dei Flaming Bess si distingue per il suo impatto e l'innovazione. Il brano sfida le convenzioni, proponendo un sound unico che mescola elementi rock, sinfonici e sperimentali. La capacità di creare qualcosa di nuovo, pur rimanendo fedeli allo spirito del progressive, testimonia una creatività bruciante e una visione audace.

                                                                               Serene

Con "We've Only Just Begun", i Serene offrono una riflessione sul futuro del progressive rock tedesco. Tale composizione, pur ancorandosi alle radici del genere, apre a nuove possibilità espressive. La miscela di nostalgia e innovazione offre un sguardo promettente verso ciò che il progressive rock sinfonico può ancora offrire.

In conclusione, questo terzo volume è una testimonianza della ricchezza e della varietà del progressive rock sinfonico tedesco. Ogni composizioni porta con se un universo sonoro da esplorare, ricco di emozioni, sperimentazioni e virtuosismi. Il viaggio attraverso questi capolavori lascia l'ascoltatore arricchito, spingendolo verso ulteriori esplorazioni musicali.

martedì 18 giugno 2024

Various Artists - Progressive Rock Sinfonico Tedesco. anni '70 - Vol 2

                                             Various Artists

                                              Progressive Rock Sinfonico Tedesco

                                                                        Vol. 2




Il rock progressivo sinfonico tedesco è un sottogenere che fonde l'elaborata complessità del rock progressivo con le sonorità più ampie e ricche della musica sinfonica, spesso caratterizzato da arrangiamenti strumentali vasti, cambi di tempo audaci e tematiche profonde. Questo genere ha radici profonde nella cultura musicale tedesca, e negli anni ha prodotto alcuni dei brani più influenti e innovativi della scena musicale, con gli artisti che spesso hanno sperimentato con strumenti classici ed elettronici, creando paesaggi sonori che possono essere tanto maestosi quanto intimi.

Vol. 2 - Tracks Lists

1) Amenophis - The Last Requiem 24:20

2) Frumpy - By The Way 08:51

3) Sirius - The Last Confession 06:29

4) Andromeda - A World On A Star 04:39

5) Eden - Erwartung 06:45

6) Tonic - Sometimes 04:14

7) Minotaurus - 7117 06:45

8) Werwolf - The Song 08:20

                                                               Amenophis


"The Last Requiem" degli Amenophis è una composizione emotiva che esemplifica l'abilità di fondere melodie sinfoniche con la potenza del rock. Il brano si distingue per la sua struttura complessa e l'uso sapiente delle dinamiche, che invitano l'ascoltatore in un viaggio emotivamente ricco e variegato.

                                                                 Frumpy


"By The Way" dei Frumpy è un chiaro esempio di come il rock progressivo sinfonico tedesco possa abbracciare l'energia del rock con l'eleganza della composizione classica. La voce potente si fonde con strumentazioni intricate, offrendo un'esperienza d'ascolto che è tanto provocatoria quanto appagante.

                                        Sirius ( Full album - The Three Bushes )


"The Last Confession" dei Sirius è l'ultimo brano dell'album 'The Three Bushes'; un brano carico di atmosfere evocative e testi profondi. L'arrangiamento sapientemente realizzato supporta una narrazione musicale che è nello stesso tempo intima e grandiosa, dimostrando la capacità del genere di poter esplorare temi universali con sensibilità unica.

                                                                Andromeda


"A World of Star" degli Andromeda porta l'ascoltatore attraverso una galassia di suoni ricchi ed emozioni. La traccia spicca per i suoi ampi paesaggi sonori e la maestria con cui sono integrati gli elementi sinfonici e rock, creando un'opera che è tanto immaginifica quanto radicata in una profonda espressione emotiva.

                                                                      Eden


Gli Eden, con "Erwartung", presentano un lavoro che è a tratti contemplativo e a tratti esaltante. La composizione risuona con temi d'attesa e di anticipazione, realizzata con un'intensa tessitura strumentale che sottolinea la profondità emotiva del brano.

                                                 Tonic (Full album - This Way)



"Sometimes" e il quarto brano della facciata A del vinile 'This Way' dei Tonic. La traccia cattura per l'essenzialità e la riflessione che suggerisce durante l'ascolto, nonostante un approccio diretto e accessibile, mantiene la complessità propria del progressive rock.

                                                                 Minotaurus


I Minotaurus con "7117", esplorano le possibilità sonore del genere, creando un'opera che è densa di strati e ricca di texture. Il brano dimostra la capacità del gruppo di spingere i confini musicali, offrendo una composizione che è tanto innovativa quanto radicata nelle tradizioni del rock tedesco.

                                                                  Werwolf


"The Song" dei Werwolf chiude questo vol. 2 con una potente dichiarazione artistica. La traccia combina liriche evocative con melodie che sono complesse e coinvolgenti, dimostrando come il rock progressivo tedesco possa essere una fonte di ispirazione e innovazione musicale.

sabato 15 giugno 2024

Various Artists - Progressive Rock Sinfonico Tedesco, Anni '70 - Vol. 1

                         Introduzione al rock progressivo tedesco

Una compilation di 12 Vol. per rendere omaggio al progressive rock sinfonico tedesco degli anni '70 che ha rappresentato un capitolo fondamentale nella storia della musica moderna. Con la sua fusione di rock, psichedelia, musica classica, Jazz e sperimentazioni elettroniche, ha plasmato un suono unico che continua a influenzare le generazioni future.

Le Band principali e i loro lavori di riferimento

Band come Eloy, Trimvirat e Grobschnitt hanno definito il suono e l'identità del progressive rock tedesco. Gli Eloy, con album come "Ocean", hanno tracciato i confini di un mondo surreale e fantastico, mentre i Triumvirat, con opere prime quali "Spartacus", hanno dimostrato l'abilità tecnica e compositiva dei suoi membri. I Grobschnitt, attraverso "Solar Music - Live", hanno svelato la loro eccellenza nel le performance dal vivo, dimostrando l'importanza dell'improvvisazione e dell'interazione con il pubblico nel progressive rock.

Le band minori e i loro contributi

Nella compilation saranno presenti svariate band che con le loro produzioni hanno dato vita a brani che si distinguono per la loro originalità e per la loro bellezza senza tempo: I Novalis, con "Sommerabend", hanno offerto una visione romantica e malinconica, arricchendo il genere con liriche profondamente ispirate alla poesia tedesca. Gli Hoelderlin, con "Holderlins Traum", hanno sperimentato la fusione tra il folk tedesco e il rock progressivo, creando u suono distintivo. Gli Atlantis, guidati dalla incantevole voce di Inga Rumpf, con "It's Getting Better!", hanno portato una prospettiva blues e soul al progressive sinfonico, arricchendolo ulteriormente. E le tante altre interessanti band che scopriremo insieme in questa lunga ed appassionata compilation di 12 volumi.





Tracks Lists - Vol. 1

1) Anyone's Daugther - Adonis 24:12

2) Ivory - The Great Tower 09:51

3) Rebekka - Swan Song 08:04

4) M.L. Bongers Project - Diedown 03:42

5) Electra - Bach 75 06:26

6) Iskander - Winterhagen 08:53

7) Sirius - The Happy Townland 07:45

8) Opus - Der Erste Sonnenstrahl

                                                  Anyones Daughter - Adonis


"Adonis degli Anyone's Daughter è una composizione epica che spazia attraverso molteplici sfaccettature del progressive rock. La capacità della band di intrecciare melodie intrigate con testi poetici è notevole. La struttura del brano, articolata in suite, permette un viaggio musicale che oscilla tra momenti di pura energia rock e passaggi più meditativi e introspettivi. Questa traccia rimane un pilastro per gli appassionati del genere, dimostrando la potenza espressiva del progressive rock.

                                                     Ivory - The Great Tower


"The Great Tower" degli Ivory è una dimostrazione della maestria nella composizione strumentale del gruppo. La traccia si distingue per la sua ricchezza di texture e la complessità armonica, creando un paesaggio sonoro che è allo stesso tempo maestoso e intimamente emotivo. L'uso innovativo di sintetizzatori insieme a una strumentazione più classica del rock conferisce al brano una dimensione temporale particolare, che richiama la grandezza delle antiche costruzioni a cui io titolo fa riferimento.

                                                      Rebekka - Swan Song



"Swan Song" dei Rebekka emerge come una gemma lirica nel panorama del rock progressivo tedesco. La composizione si avvale di una melodia incantevole che fluisce perfettamente con testi carichi di emotività e simbolismo. Questo brano evoca un senso di conclusione e rinnovamento, proprio come il cigno che canta prima di morire, lasciando nell'ascoltatore una profonda riflessione sui cicli della vita e dell'arte.

                     M.L.Bongers Project - Diedown (Full album - Pacific Prison)


Con "Diedown" I M.L. Bongers Project si affermano nel panorama musicale per il loro approccio sperimentale. Questo brano fonde elementi elettronici con il tradizionale suono del rock progressivo, creando un'atmosfera unica che sfida le convenzioni. L'innovazione non risiede solo nell'utilizzo degli strumenti, ma anche nella struttura del brano, che si dipana attraverso diverse fasi, portando l'ascoltatore in un viaggio sonoro imprevedibile ma coeso.

                                                                    Electra - Bach 75



"Bach 75" degli Electra non è solo un grande trasposizione classica dal grande impatto emotivo, ma rappresenta anche un momento significativo nella storia della musica tedesca. Incorporando influenze classicheggianti al rock progressivo, questa brano trasmette la vivacità culturale e l'apertura artistica dell'epoca. E' una esemplare testimonianza di come il progressive rock tedesco abbia saputo interpretare e trasformare le correnti musicali internazionali, arricchendole con una propria identità distintiva.

                                                                Iskander - Winterhagen


"Winterhagen" degli Iskander è una composizione che si distingue per l'intensità delle sue tematiche. Attraverso una narrazione che si sviluppa tra melodie eteree e frasi più complesse, il brano esplora concetti come la solitudine, la ricerca interiore e la connessione con il mondo naturale. La capacità degli Iskander di creare una musica che sia al contempo personale e universale rende "Winterhagen" un'opera che tocca profondamente l'ascoltatore.

                            Sirius - The Happy Townland (full album - Running to Paradise)


"The Happy Townland" dei Sirius (ultima traccia dell'album "Running to Paradise") cattura l'ascoltatore con la sua atmosfera onirica e quasi surreale. La band riesce a dipingere un paesaggio sonoro ricco di colori e sfumature, dove ogni nota sembra raccontare una storia. La musica fluttua liberamente, portando chi ascolta in un luogo dove la gioia e la malinconia si fondono in uno spettro emozionale vasto e profondamente coinvolgente.

                                                         Opus - Der Erste Sonnenstrahl


"Der Erste Sonnenstrahl" degli Opus è un esempio della grande capacità che ha il progressive rock tedesco di sorprendere con melodie accattivanti. Questa traccia spicca per la sua semplice originalità nella composizione e nell'arrangiamento, offrendo una freschezza che mantiene viva l'essenza del genere. L'intreccio di melodie luminose con ambientazioni sonore delicate evoca la magia del primo raggio di sole dopo una lunga notte, simboleggiando la potenza rigeneratrice della musica.

martedì 29 agosto 2023

Cecilia Plieninger - Alternative Rock (Germany)


Ciao ragazzi, ho avuto la fortuna di incontrare la musica di Cecilia Plieninger, dire che ne sono rimasto affascinato è poca cosa. Una voce calda, piena di pathos, composizioni ariose, melodiche, vicino al progressive rock, chitarre distorte e ritmiche sostenute. Un mix vincente e convincente. Mi meraviglia come sia possibile, che tanta arte sia sfuggita alle major fino ad oggi.
Voglio sperare, non solo per la bravissima Cecilia che meriterebbe palcoscenici molto più adeguati alla sua verve artistica, ma soprattutto per i tanti appassionati che ancora non conoscono la "Plieninger", che dai prossimi lavori gli sia dato il giusto e meritato risalto.
Il primo album solista, risale addirittura al 30/11/1996 , ed è stato pubblicato a nome:

Wildeve - Touch and Go ( 11/ 1996 Germany)

Tracks list:
01) What a Man
02) City Rain
03) Days of Desirè
04) Touch and Go
05) Good for Me
06) As the Days Go By
07) What Can I Do
08) Strange Girl
09) Radioman
10) Eternalize
Dopo questa prima interessante produzione, che mette subito in risalto, oltre alle indubbie doti compositive, le qualità vocali della nostra brava Cecilia, partecipa ai cori di due album di progressive rock, e precisamente:
Casino - Casino 1992 (Neo Prog - UK)
Landmarq - Infinite Parade 1993 (Neo Prog - UK)
Nel 1997 ha anche avuto una piccola, ma importante, partecipazione nell'album di un gruppo tedesco di Symphonic Progressive Rock , prestando la splendida e calda voce alla tracks N. 6 "Prophecy".
Rejoice - Rejoice 1997 (Symphonic Progressive Rock - Germany)

Alcuni anni più tardi, arriva finalmente il secondo album , stampato in 500 copie soltanto, questa volta a nome Cecilia, è un album splendido, un alternative rock moderno , diretto, senza fronzoli, la voce di Cecilia arriva direttamente al cuore, gli strumenti sono li, quasi a fare da contaltare alla voce ed alle sue trame vocali perfette, uno strumento tra gli strumenti. Le composizioni musicali, dal canto loro, non scadono mai nel banale, non si concedono delle pause, sono un caleidoscopio di note per le orecchie.
Memories è un album perfetto, più lo ascolti e più ti accorgi che gli ingredienti essenziali sono li, tutti, a farti sobbalzare ad ogni nota ed a risvegliare  sensazioni sopite.
Cecilia - Memories 2008 (Alternative Rock - Germany)
Tracks list:
01) Weisst du Noch
02) Da Ist Mehr
3) Song About a Guy
4) Thousand Years
05) In My Dreams
06) Single Day
07) Borderline
08) Quite New Feeling
09) Flying High
10) Into The Light
11) Dreams For Heaven
12) Memory of You (With Clive Nolan e Karl Groom)


L'ultimo lavoro è un EP con 4 tracks, che conferma la grande professionalità e qiualità artistica della nostra grande "Cecilia Plieninger"
Cecilia - In a Little While (alternative rock - Germany)
Tracks list:


                                                                              



 01) Big Bird Brain
02) Moonlight Shadow (Mike Oldfield)
03) Eternal Rain
04) In A Little While
Cecilia - The Official Website




domenica 18 novembre 2018

KRAUTROCK - Travel Notes

                            Krautrock Tedesco

Voglio dedicare lo spazio che segue al Krautrock,quello vero,d'annata. Non basta infatti essere Teutonici e settantini per essere di diritto catalogati in un genere che soltanto dei visionari Guru e Maghi del suono possono vantare. Gruppi come Eloy,Novalis,Jane etc....nulla ,infatti, hanno a che vedere con quella musica che la psiche post bellica aveva generato con risultati sorprendenti.Come disse Julian Cope: "Il Krautrock è una delle più straordinarie,evocative,eroiche immagini dell'uomo, al culmine della propria Magica Potenza Creativa".

Il Krautrock Tedesco e le sue Influenze sulla Musica Inglese

Il Krautrock, un genere musicale che ha trovato le sue radici nella Germania della fine anni '6' e inizio '70, ha rappresentato una netta rottura con le convenzioni tradizionali del rock. Questo stile unico si è distinto per il suo approccio sperimentale alla musica, fondendo elementi di rock, musica elettronica, e altri generi per creare qualcosa di completamente nuovo. A differenza del rock progressivo (Prog Rock) che stava contemporaneamente sviluppandosi nel Regno Unito, il Krautrock ha spesso evitato la complessità melodica e strutturale a favore di ritmi ipnotici, atmosfere sonore estese, e improvvisazione.

Origini del Krautrock Tedesco

Le origini del Krautrock possono essere tracciate al contesto sociale e culturale della Germania degli anni '60, un periodo segnato dalla ricerca di nuove forme d'espressione artistica e dalla volontà di rompere con il passato. Band come Can, Neu!, Faust, e Kraftwerk sono emerse in questo periodo, sperimentando con nuove tecnologie e approcci alla composizione e alla registrazione musicale. Questi artisti hanno cercato di creare musica che fosse, in un certo senso, "cosmopolita" - libera dalle radici blues del rock tradizionale e aperta a influenze da tutto il mondo.

Differenza tra Krautrock e Prog Rock Inglese

Il contrasto tra il Krautrock tedesco e il Prog Rock inglese si manifesta non solo nelle strutture e nei temi musicali, ma anche nell'uso degli strumenti: Mentre il Prog Rock inglese era fortemente incentrato su melodie complesse, variazioni tematiche e virtuosismi strumentali di ispirazione classica, il Krautrock poneva maggiore enfasi sull'esplorazione sonora, l'uso innovativo dei sintetizzatori e su ritmi ripetitivi che potevano essere sia meditativi che trascinanti: Il Krautrock ha spesso avuto un approccio più minimalistico e sperimentale, mirando a creare paesaggi sonori che evocano un senso di spazio infinito o movimento incessante.

Uso innovativo dei Sintetizzatori nel Krautrock

Uno degli aspetti distintivi del Krautrock è stato l'uso pionieristico dei sintetizzatori, che ha contribuito a definire il suono del movimento. Band come Kraftwerk hanno sfruttato questi nuovi strumenti per creare tessiture sonore mai udite prima, che avevano poco in comune con la strumentazione tradizionale. Questo utilizzo innovativo della tecnologia non solo ha ampliato le possibilità espressive della musica rock, ma ha anche gettato le fondamenta per generi futuri come la musica elettronica a la techno.


Il Prog Symphonic Tedesco come Antitesi


Parallelamente al Krautrock, in Germania si sviluppava anche il Symphonic Prog, che, pur condividendo alcuni elementi sperimentali, tendeva più verso una forma complessa e sinfonica di espressione musicale. Questo genere può essere visto sia come un'estensione che come una contrapposizione al Krautrock, data la sua propensione alla grandiosità e alla complessità strutturale, spesso ispirata dalla musica classica europea. Tuttavia, anche questa corrente ha segnato una netta differenza rispetto al Prog Rock inglese, per il suo approccio unico all'arrangiamento e alla composizione musicale.


Influenze del Krautrock sulle Band Inglesi


Nonostante le evidenti differenze, il Krautrock ha esercitato un'influenza significativa selle band Prog Rock inglesi e su molti altri artisti internazionali. Musicisti come David Bowie, Brian Eno e i Radiohead hanno citato esplicitamente band del Krautrock come fonte di ispirazione per la loro musica. Questa influenza si manifesta nella sperimentazione con strumenti elettronici, nella strutturazione di composizioni lunghe  e atmosferiche, e nell'adozione di un approccio più sperimentale alla produzione musicale. Attraverso il Krautrock, band e artisti inglesi sono stati esposti a nuove possibilità sonore, dilatando ulteriormente i confini di quello che poteva essere considerato "rock".




KRAUTROCK - La scena rock tedesca, degli anni Settanta.Esattamente come Inghilterra e Stati Uniti, anche in Germania ci sono state diversi scenari rock regionali.La scena rock di Berlino con Tangerine Dream, Klaus Schulze, Kluster, Agitation Free, Ash Ra Tempel e Mythos ha rappresentato una vera rivoluzione della musica elettronica. Molte loro opere sperimentali faranno eternamente parte dell'olimpo cosmico di matrice tedesca, scritte per sempre nelle pagine dei "corrieri cosmici". La scena rock di Dusseldorf con Kraftwerk e Neu ha anche esplorato la musica elettronica, ma in un modo completamente diverso. La loro musica era una sorta di sequenza minimale ripetitiva, facilmente associabile con l'industria fortemente meccanizzata della Ruhr. Grazie al successo internazionale dei Kraftwerk,la musica elettronica dei primi anni ’70 era diventata un marchio di fabbrica esclusivamente tedesco, che ha influenzato molti gruppi pop e rock a livello mondiale per i decenni a venire.La scena rock di Monaco di Baviera è stata un melting pot di psichedelia, jazz e influenze etniche. L e band più importanti , sono state: Embryo, Popol Vuh, Amon Duul II, Guru Guru, Gila e Out Of Focus. Ognuna di loro ha aggiunto sfaccettature uniche e nuove al progressive rock. Queste band non hanno ottenuto il riconoscimento internazionale che meritavano, anche se il loro status di culto è rimasto vivo per più di due decenni.
La scena rock di Colonia, ha avuto una band grande protagonista, I “Can”(gruppo seguitissimo in UK dal quale sarebbe poi sbocciato il Punk Inglese), ed i Floh De Cologne, qust’ultimi molto impegnati politicamente. Ad Hannover, le band più famose, sono state , i “Jane” e gli “Eloy”, con un suono più tradizionale heavy rock,la prima e sinfonico , la seconda. Di Hannover erano anche gli “Scorpions”, che dopo un primo album vicino alle sonorità sperimentali propri dei gruppi teutonici, virando decisamente verso un hard rock molto più anglosassone hanno ottenuto il successo internazionale.La scena rock di Amburgo è stata dominata da band fortemente influenzate dal rock anglo-americano, come gli Epitaph, Frumpy, Virus, Weed e Blackwater Park. Ad Aachen, le band di rock progressivo di spicco,sono state i Necronomicon e Ruphus Zuphall, band, molto influenzate dalla musica britannica, che hanno però saputo aggiungere il sapore caratteristico Tedesco alla loro musica. E doveroso menzionare due superbi ingegneri e produttori tedeschi: Konrad Plank e Dieter Dierks, con loro è stata partorita quasi la metà dell’intera produzione del rock tedesco degli anni Settanta. La Germania non ha avuto una vera capitale musicale, come è stato per Londra nel Regno Unito, ma ha avuto in tutto lo stato una miriade di gruppi figli dell’ultima guerra e del muro di Berlino, che hanno sperimentato ,sempre più, nuove soluzioni sonore,ed esplorato all’infinito le frontiere della musica.
Da tutta questa genialità , Prenderà vita negli anni '80 la graffiante sequenza del pop elettronico, prima, e della techno music, poi.

Un pò d'ascolto:











sabato 26 settembre 2015

Box Of Crayons - Colorblind Chamaleon 1997 (Prog Art Germania)








Tracks List
1. Calico (4:48)
2. Circles in the Rain (4:59)
3. Ashes Ashes (4:23)
4. Tapestry (4:15)
5. The Hurting Place (5:19)
6.
Mona Lisa (4:01)
7. Paradox I (6:59)
8. Busy Signals (3:05)
9. Calico (reprise) (1:57)




      Line-up
Bruce Brophy / guitars
 Hawk / bass, guitars
 John Morgan / guitars, bass
 Scott Andrew Smith / bass
 Bob De Voe / bass
Tige Ashton De Coster / bass
 Matthew Jay / chorus, keyboards, piano, drums, percussion
David Andrews / keyboards, drums, percussion, piano, trumpet
Rich Adams / soprano saxophone, clarinet
 Dean Stark / vocals
Nancy Kaye / vocals
 Douglas Paasch / chorus, vocals
 Patrick Mc Cabe / chorus, acoustic guitar, vocals
 Scott Boal / vocals
 Rev. Raymond Schaefer / vocals
 Karin Menloe / vocals
Katie Benner / vocals, drums, percussion



domenica 23 settembre 2012

The Perotic Theatre - Dryve 1996 (Symphonic Prog ) Germania

Gruppo di Stoccarda con una discreta esperienza live e con all'attivo due album ed un EP, interessante per le proposte innovative ma con lo sguardo sempre rivolto ai maestri anglosassoni del passato. Questo Dryve è un ottimo lavoro in cui emergono, senza però sovrastare gli altri strumenti, le tastiere. L'album è cantato in inglese. Un disco per cultori del prog.
Tracks list:
01) Space Cowboy
02) Dust Ark
03) St. Art
04) Citiest Poison
05) Tissues
06) Dust Art (composizione differente)
07) Stone Pillow Poem
08) Nocturn Eyed
09) Dwarf Jam
10) Furrows
Line-up:
Alex Wiemer - voce, chitarra
David Niklas - Piano, Moog
Mathias Both - Voce Chitarra
Rudi Leitchle - Batteria
DISCOGRAFIA
Prometheused - 1995
Dryve - 1996
Tren D2 Andy - 1998 EP

sabato 2 ottobre 2010

Walter Wegmuller - Tarot (Germania) 1973




WALTER WEGMULLER

“TAROT"
All’interno del krautrock ruotarono musicisti diversi per stile e progetto, ognuno indipendente dagli altri ma fondamentale nelle finalità dello sviluppo estetico musicale che in primis doveva totalmente staccarsi dai canoni semplicistici della canzone.
.La definizione di "Kosmische Musik" è a parere di molti , la più adatta a definire la musica prodotta in quel breve periodo in Germania.
"Tarot" di Walter Wegmüller può da solo essere considerato il contenitore ideale del Krautrock tutto. Walter Wegmüller, svizzero, trascorse molto tempo in Francia, Svizzera e Germania a raccogliere spunti e tradizioni sugli zingari europei. Da queste ricerche nacque prima un libro, sui tarocchi e le loro origini cosmiche,
scritto insieme al suo compagno di viaggio “Sergius Golowin”(altra emblematica figura della scena musicale Elvetico-Tedesca del periodo), e di seguito questo doppio album.
L’opera fu prodotta dal solito R.U. Kaiser e pubblicata dall’etichetta “Ohr Music”. Al disco parteciparono i migliori musicisti della scena rock tedesca: Klaus Schulze,Manuel Gottsching e Walter Westrupp, il risultato e a dir poco sorprendente, il disco dopo oltre trentanni rimane ancora di incredibile attualità.
Tarot è un ribollente calderone musicale con ingredienti molto diversi fra loro:tastiere cosmiche,chitarre distorte,congas,wah wah ,divertenti ballate(quasi cabarettistiche)fruscii spaziali e la voce di Walter Wegmuller che fa da contraltare a tutto ciò per tutta la durata dell’album.
Se dal punto di vista musicale,con tutta questa varietà di stili,l’album si lascia ascoltare ed assimilare con semplicità ed interesse, un po’ più complesso è il messaggio che Wegmuller vuole lanciare con questa sua opera, ovvero i Tarocchi, che nella loro essenza spaziale regolerebbero la nostra vita terrena.
Album essenziale da trovare ad ogni costo, immancabile nelle discografie essenzialmente Krautrock e Progressive in genere.
Line-up:
Manuel Gottsching - Guitar
Hartmut Enke - Guitar
Jerry Berkers - Basso
Jurgen Dollase - Keyboard
Walter Westrupp,Klaus Schulze,Harald Grobkopf - Drums
Link esterni:

venerdì 3 settembre 2010

Michael Hoenig - Depature From The Northern Wasteland (1978) Progressive Elettronico - Germania

Tracks listing:

1. Departure From The Northern Wasteland 2. Hanging Garden Transfer 3. Voices Of Where 4. Sun And Moon

Line-up

Michael Duwe - Synthesizer
Micky Duwe - Harmony vocals
Michael Hoenig - Synthetizer,Keyboards,Mixing,Producer,Composer
Dave Hutchins - Mixing
Konrad Plank - Mixing
Uschi - Voices
Lutz Ulbrich - Guitar
Ruby McFarland - Art Direction
Jutta Henglein - Photography


"Departure From The Northern Wasteland" è un capolavoro assoluto di progressive elettronico.
I quattro brani rasentano la perfezione nell' incedere ripetitivo del sequencer. La title track ,in particolare, è un appassionante viaggio di 20 minuti attraverso melodie e ritmi che creano nell'ascoltatore immagini sognanti. Questo di Hoenig è un album che tutti gli amanti del progressive elettronico e non, dovrebbero possedere o ascoltare almeno una volta.

domenica 14 settembre 2008

Krautrock - Germania

Voglio dedicare lo spazio che segue al Krautrock,quello vero,d'annata. Non basta infatti essere Teutonici e settantini per essere di diritto catalogati in un genere che soltanto dei visionari Guru e Maghi del suono possono vantare. Gruppi come Eloy,Novalis,Jane etc....nulla ,infatti, hanno a che vedere con quella musica che la psiche post bellica aveva generato con risultati sorprendenti.Come disse Julian Cope: Il Krautrock è una delle più straordinarie,evocative,eroiche immagini dell'uomo, al culmine della propria Magica Potenza Creativa. Buon ascolto.



Tangerine Dream - Atem 1973 Germania

01 - Atem

02 - Fauni-Gena

03 - Circulation Of Events

04 - Wahn

Harmonia - Music Von Harmonia - 1973 Germania


1 - Watussi 2 - Sehr Kosmisch 3 - Sonnenschein 4 - Dino 5 - Ohrwurm 6 - Ahoi! 7 - Veterano 8 - Hausmusik