Visualizzazione post con etichetta Multinazioni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Multinazioni. Mostra tutti i post

sabato 19 marzo 2022

The Rome Pro(G)ject V° - Compendium of a Lifetime (Symphonic Prog Italy/Multinazioni) 2022

 

Vincenzo Ricca's The Rome Pro(G)ject V - Compendium of a Lifetime.
The Rome Pro(G)ject, discograficamente parlando, compie 10 anni.
Non male per un progetto che avrebbe dovuto limitarsi ad un unico album, pubblicato nel 2012, e che, invece, non solo ha rappresentato la miccia per il terzo rilancio del progressive rock dando letteralmente il via alle collaborazioni tra giovani musicisti e grandi maestri del genere, ma si è trasformato in un grande successo discografico a dispetto di numerosi fattori, di solito determinanti nel mondo della musica: non esiste una band vera e propria; non esistono eventi live di accompagnamento alle pubblicazioni; la produzione e la distribuzione degli album è completamente indipendente ed autogestita.
The Rome Pro(G)ject è stato definito da Vincenzo Ricca "un osservatorio sul prog" e sulle sue potenzialità. Il "fil rouge" che lega questo progetto è rappresentato dalle vicende di Roma antica raccontate attraverso - adesso - cinque album, tutti legati da un filo narrativo, per lo più strumentale, che costituisce il concempt album il più lungo della storia della musica, come tale degno di un inserimento nel Guinness dei primati.
E così, dopo "A Musical Walk Through The History and the Places, the Greatness and the Beauty of the Eternal City" del 2012, II - "Of Fate And Glory" del  2016, III - "Exegy Monumentum Aere Perennius" del 2017 e IV - "Beaten Paths Different Ways" del 2020, la quinta incarnazione di questa lunga storia si intitola "TRP V - Compendium of a Lifetime".
L'ispirazione di questo album è triplice: da un lato le riflessioni sulla dura disciplina militare, dall'altro le drammatiche vicende dell'eruzione del Vesuvio ed infine le intuizioni di Giulio Cesare nonchè degli imperatori romani contrapposte alle cruente vicende dei gladiatori.
Assieme a Vincenzo Ricca, Steve Hackett e David Jackson - presenti su tutti e quattro i precedenti album del progetto - tornano i fantastici contributi di John Hackett, Nick Magnus e Bernando Lanzetti. La grande e prestigiosa sorpresa di questo album è la partecipazione di Tony Levin  che caratterizza quattro degli otto brani di cui si compone il lavoro.
E poi alcuni "deliziosi talenti". tra cui una new entry, la voce di Tony Patterson, e collaboratori di lunga data come Frank Carducci (basso e chitarra 12 corde), Daniele Pomo (batteria), Paolo Ricca (chitarra elettrica) e Roberto Vitelli (basso), ognuno con i propri  contributi preziosi ed efficaci. 
"Compendium pf a Lifetime" consta di otto nuovi brani inediti. In ognuno dei brani che, seppur legati da un tema, vivono convintamente la propria indipendenza sonora, affiorano, come negli altri lavori, riminiscenze e citazioni per gli amanti del progressive. Ma questo è un disco decisamente differente dai suoi predecessori.
La durata dell'album si attesta su 42 minuti circa (cosa che fa sperare in una versione di qualità in vinile) cui si aggiunge come bonus track una versione rivista e accorciata di "Exegi Monumentum", dal terzo album:
Tutti i brani sono stati composti arrangiati eseguiti e prodotti da Vincenzo Ricca. Anche le liriche dei due brani cantati sono state scritte da Vincenzo Ricca. Il disco è mixato da Piero Vena, assistito da Vincenzo Ricca. Anche questa volta la copertina è un dipinto dell'artista Maria Grazia Spadafora mentre la grafica è, come sempre di Gabriele Morelli di Weblogo.it. Tutte le foto, tranne quelle che rappresentano i musicisti coinvolti nel progetto, sono di Vincenzo Ricca, la maggior parte delle quali scattate a Pompei durante la mostra dello scultore Igor Mitoraj nel 2016: Tony Levin, che è anche un eccellente fotografo. ha inviato un suo autoscatto per il curatissimo booklet di 16 pagine.
Le prime cento copie sono numerate e autografate personalmente da Vincenzo Ricca.
La track list:

I)         V (2:40)
II)       Compendium Of A Lifetime (13:45)
III)     Vesuvius ( 3:13)
IV)     The Last Night In The World (5:16)
V)      Have Caesar! (5:30)
VI)     Morituri The Salutant (3:40)
VII)   Gladiatores (5:15)
VIII)  Have Caesar! Reprise (3:26)

Bonus Track  " Exegi Monumentum (8:22)

"V", dove V sta sia per "quinto" che per "vittoria", è un trionfante inno in perfetto stile progrock: Dopo una enfatica introduzione all'organo a canne. il brano decolla scandito da rullate continue di batteria e dagli accordi possenti di tastiere vintage, tra le quali spiccano minimoog e vari mellotron: Paolo Ricca suona la chitarra elettrica e Daniele Pomo la batteria, mentre anche la parte di basso è opera di Vincenzo Ricca:
Si cambia completamente atmosfera. E così, dai 2 minuti e 40 del brano d'apertura, l'ascoltatore inizia il proprio viaggio nei mai ripetuti motivi della title track "Compendium of a Lifetime". Oltre a dare il titolo all'album questo è un brano che, attraverso numerose rivisitazioni e tentativi di inserimento nei precedenti album, finalmente trova la propria collocazione sviluppandosi nei suoi quasi quattordici minuti con autorevolezza e complessità. Nessuno dei numerosi momenti musicali che compongono il sofisticato arrangiamento di questo brano si ripete. Steve Hackett e David Jackson trovano le proprie dimensioni con interventi solisti ripetuti e affascinanti. L'intervento della sempre peculiare e splendida voce di Bernardo Lanzetti canta le riflessioni di un generale romano alle prese con il compendio della propria carriera. La title track si avvale inoltre della presenza di Frank Carducci alla Shergold 12 Strings guitar e al basso, di Paolo Ricca chitarra elettrica; Daniele Pomo batteria, delle numerose tastiere del mastermind,.
"Vesuvius" vede per protagonisti la chitarra elettrica di Paolo Ricca e un' ambientazione orchestrale per un brano drammatico e di impatto che perfettamente descrive il dramma dell'eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei nel 79 dopo Cristo.
"The Last Night In The World" è un brano di atmosfera. Una ballata il cui testo, ispirato dalle lettere di Plinio il Giovane a Tacito nell'immediatezza del disastro, è brillantemente cantato da Tony Patterson su un eccellente partitura ostinata del piano di Nick Magnus contrappuntato dalla splendida chitarra elettrica di steve Hackett.
"Have Caesar!"/"Morituri Te Salutant"/"Gladiatores"/"Have Caesar! Reprise" sono quattro brani autonomi che in realtà formano una non meglio specificata unica suite."Trait d'union" il poderoso basso di Tony Levin, a tratti anche solista, e le melodie proposte dalla chitarra elettrica di Steve Hackett e dal flauto di John Hackett.
In complesso il brano più originale del lavoro con la prima e la quarta parte che sospingono l'ascoltatore in una nuova dimensione del prog con suoni e ritmiche insolite e tendenzialmente sperimentali.
La pubblicazione del disco è stata avversata da numerose e differenti circostanze. Annunciato per il 07.12.2021, la stessa data di uscita di tre precedenti lavori (solo il secondo album del 2016, infatti è stato pubblicato il 21 aprile, l'anniversario dei natali di Roma), è stato dapprima differito alla data palindroma del 22.02.2022, ancora senza fortuna. In quella data tuttavia viene pubblicato il promo video Gladiatores. ( che potrete video ascoltare anche qui sotto ).
La data definitiva di pubblicazione,è stata fissata per il 15.03.2022, coincide con quella delle idi di marzo, data in cui ricorre l'anniversario dell'uccisione di Giulio Cesare. Tanto per rimanere in tema.
THE ROME PRO(G)JECT



sabato 18 novembre 2017

The Rome Pro(G)ject - Exegi Monumentum Aere Perennius (Symphonic Prog) Multinazioni

Terzo e ultimo capitolo del progetto che ci ha ha fatto rivivire in musica, la gloria e la potenza della città eterna  "Roma" ,  ideato dal nostro Vincenzo Ricca con la collaborazione di alcuni fra i personaggi più rappresentativi del Prog e del New Prog. ( vedi la line up ).
Imperdibile naturalmente l'intera trilogia.
Tracks:

I - Incipit
II - Exegi Monvmentvm
III - Once Were Romans
IV - Of Myths and Gods
V - 476 a.C. (Song for Wetton)
VI - Aere Perennivs I
VII - Aere Perennivs II (Song for Emerson)
VIII - Aere Perennivs III (Non Omnis Moriar)
IX - Aere Perennivs IV

Line up

 Steve Hackett (Genesis)
David Jackson (VDGG, Peter Hammill)
David Cross (KC)
John Hackett
Nick Magnus
Vincenzo Ricca
Franck Carducci
Daniele Pomo
Roberto Vitelli
Paolo Ricca

Buy:  http://www.vincenzoricca.it/

DISCOGRAFIA
VOL. 1
The Rome Pro(G)ject - The Rome Pro(G)ject 2012

VOL. 2
The Rome Pro(G)ject - Of Fate And  Glory  2016



giovedì 6 luglio 2017

The Tangent - The Slow Rust of Forgotten Machinery 2017 (Eclectic Prog) Multi Nazioni



The Tangent.
Il gruppo guidato da Andy Tillison, ha annunciato la pubblicazione del loro nono album in studio "The Slow Rust of Forgotten Machinery". Data prevista, 21 luglio 2017.
Il disco è ricco di spunti progressivi, pezzi  lunghi e molto elaborati  , arrangiamenti impegnativi e virtuosismi da ognuno dei componenti il gruppo. Troviamo anche nuovi  suoni e stili da prog moderno con tecniche innovative e voci femminili.
Credo che anche questa volta, I tangent, meritino la nostra attenzione, il disco, al di là dei risvolti politici e sociali ( come Roger Waters , Tillison promuove il tema degli immigrati e dei muri a volte virtuali che li ostacolano ) è molto godibile, e completa la già eccellente loro discografia.



Tracks Listing
1. Two Rope Swings
2. Doctor Livingstone (I Presume)
3. Slow Rust
4. The Sad Story of Lead and Astatine
5. A Few Steps Down the Wrong Road
6.
Basildonxit




Line-up
Andy Tillison (Parallel or 90 Degrees) - keyboards, vocals, drums
Luke Machin (Maschine) - guitar, vocals
Jonas Reingold (Karmakanic, Kaipa, Agents of Mercy) - bass guitar
Theo Travis (Steven Wilson, Gong, No-Man) - saxes, flutes
Marie-Eve de Gaultier (Maschine) - keyboards, vocals
With:
Boff Whalley - vocals
Matt Farrow 




lunedì 6 giugno 2016

The Samurai of Prog - Lost and Found 2016 (Symphonic Prog) Multinazioni



Molto interessante riascoltare i suoni vintage  che questo NOTEVOLE gruppo da studio ( fra USA e Finlandia con Marco Bernard di origini italiane ) ci propone in questo suo quarto lavoro. Se avete amato il sinfonismo dei Genesis e’ eclecticismo degli Yes , questo disco è per voi e non può certamente mancare nella vostra discografia.
Buon Ascolto.
TRACKS:
CD1:
01. Preludin (07:38)
02. Along The Way (02:22)
03. Inception (20:02)
04. She (Who Must Be Obeyed) (12:11)
05. Plight Of The Swan (10:33)

CD2:
06. The Demise (57:18)

Total Time: 110:04
LINE-UP:
Marco Bernard: Rickenbacker basses
Steve Unruh (Resistor, solo): Vocals, Violin, Flute
Kimmo Pörsti (Mist Season): Drums and Percussion

With:
Stefan Renström: Keyboards, Arrangements
David Myers: Piano, Music Composer
Tom Doncourt: Keyboards, Music Composer
Chip Gremillion: Keyboards, Music Composer
Ken DeLoria: Music Composer
Johan Öijen: Electric and Acoustic Guitars (4, 5, 6)
Kamran Alan Shikoh: Electric Guitar (3)
Jon Davison (Yes, Glass Hammer): Vocals (4)
Steve Scorfina: Electric Guitar (1)
Richard Maddocks: Narration (6)
Keith Christian: Vocals (6)
Mark Trueack (Unitopia, UFP): Vocals (6)
Linus Kåse (Brighteye Brison, Anglagard): Saxophones (6)
Llorián García: Electronic Bagpipes (6)


Link -  http://dfiles.eu/files/1so782zj8


sabato 7 giugno 2014

Le Convention di Genesismarillion (Vol. 3) - Il Rock (Progressive) prima di "In The Court Of The Crimson King"

RE-POST



E' ormai assodato che "In The Court Of The Crimson King" del 1969 (10/ottobre), sia il padre del progressive rock. Mi trovo completamente d'accordo, ma voglio ugualmente tracciare un percorso attraverso il quale si evince che il progressive da li a poco sarebbe scoppiato comunque, anche se i King Crimson non avessero mai prodotto il loro "In the Court".
A questo proposito, ho realizzato la compilation di questo post, che sarà anche il tema della prossima convention che terremo insieme ai miei appassionati amici.

IL ROCK (PROGRESSIVE) PRIMA DI "IN THE COURT OF THE CRIMSON KING"
CD 1

01) Touch - Friendly Birds 1968 (USA)
02) The Moody Blues - Legend Of A Mind 1968 (UK)
03) Love Sculpture - In The Land Of A Few 1968 (UK)
04) Caravan - Place Of My Own 1968 (UK)
05) Aphrodites Child - Day Of The Fool 1968 (Grecia)
06) The Nice - Rondò 1968 (UK)
07) Vanilla Fudge - Beethoven: Fur Elise/Moonlight Sonata 1968 (USA)
08) Traffic - Coloured Rain 1967 (UK)
09) Family - The Chase 1968 (UK)
10) Procol Harum - Repent Walpurgis 1967 (UK)
11) Deep Purple - River Deep Mountain High 1968 (UK)

CD 2
01) Pink Floyd - Astronomy Domine 1967 (UK)
02) Soft Machine - Hope For Happines 1968 (UK)
03) New Trolls - Duemila 1968 (Italia)
04) Deep Purple - Anthem 1968 (UK)
05) Frank Zappa And The Mothers - Absolutely Free 1967 (USA)
a) The Duke Of Prunes
b) Amnesia Vivace
c) The Duke Regains His Chops
d) Call Any Vegtable
e) Invocation And Ritual Dance Of The Young Pumpkin
f) Soft Sell Conclusion
6) Gun - The Sad Saga Of The Boy And The Bee 1968 (USA)
7) Aphrodites Child - Rain And Tears 1968 (Grecia)
8) Captain Beefheart And The Magic Band - Electricity 1967 (USA)
9) Family - Mellowing Grey 1968 (UK)
10) Orange Swirl Society - The Fourth Pipe 1968 (USA)
11) The Crazy World Of Arthur Brown - Fire 1968 (UK)






sabato 1 febbraio 2014

Transatlantic - Kaleidoscope 2014 (Symphonic Prog) Multinazioni

Questo stupendo,superlativo, supergruppo di progressive rock sinfonico
 , composto da correnti ed ex membri di gruppi come: Dream Theater, Marillion, The Winery Dogs, The Flower Kings e Spock's Beard, dopo tre eccellenti lavori "SMPTe" 2000, "Bridge Across Forever" 2001, "The Wirldwind" 2009, tornano in studio per questo loro quarto capolavoro, "Kaleidoscope", immenso crogiuolo di quanto più
potevamo aspettarci da un disco di progressive rock: dalla suite del brano omonimo "Kaleidoscope" di 31:53 minuti, alla fantasia di "Black As The Sky" ed agli intricati arrangiamenti melodici contenuti , oltre che nei brani già menzionati, anche in "Into The Blue", "Shine", e "Beyond The Sun" , il tutto sostenuto da una pregevole base ritmica. Molto interessanti e ben interpretati i brani di cover contenuti nel bonus disc. (vedere tracks list sottostante). Un disco pregevole, di grande caratura, immancabile nelle discografie progressive di ognuno di noi appassionati, è un regalo inaspettato di grande livello (considerato che siamo nel 2014 e che sono passati più di quarant'anni dai mitici lavori di gruppi come; Genesis,Yes,Van Der Graaf Generator,King Crimson etc...etc...) che i Transatlantic hanno fatto al popolo progressive.
Il gruppo partirà per un tour mondiale che toccherà in Italia le città,di Milano il 2 marzo all'Alcatraz,e di Roma il 3 Marzo all'Orion.
Ed allora.......un appuntamento da non mancare.

Tracks list:

CD1:

1. Into The Blue (25:13)

2. Shine (7:28)

3. Black As the Sky (6:45)

4. Beyond The Sun (4:31)

5. Kaleidoscope (31:53)

CD2 (Bonus CD):

1. And You And I (Yes cover) (10:45)

2. Can't Get It Out Of My Head (ELO cover) (4:46)

3. Conquistador (Procol Harum cover) (4:13)

4. Goodbye Yellow Brick Road (Elton John) (3:20)

5. Tin Soldier (Small Faces cover) (3:22)

6. Sylvia (Focus cover) (3:49)

7. Indiscipline (King Crimson cover) (4:45)

8. Nights In White Satin (The Moody Blues cover) (6:13)

Line-up:   Neal Morse / vove, tastiere, chitarra elettrica ed acustica

Mike Portnoy / batteria, voce

Roine Stolt / voce, chitarra elettrica ed acustica, percussioni, mellotron

Pete Trewavas / basso voce

Video ufficiale:
https://www.youtube.com/watch?v=Qn2vCHrycvI






mercoledì 11 settembre 2013

The Prog Collective - Epilogue 2013 (Progressive Rock)

Supergruppo di grandi musicisti dell'area  progressiva. Il loro debutto  gia' era stato salutato con entusiasmo grazie alla line-up presente. Questo secondo lavoro, e' reso ancora piu' appetibile e interessante dai musicisti talentuosi e stellari che hanno preso parte a questo incredibile nuovo progetto. (Vedi line-up pubblicata di seguito)

Track List:

1. Are We To Believe?
2. What Can Be Done?
3. Adding Fuel To The Fire
4. Tomorrow Becomes Today
5. Shining Diamonds
6. In Our Time
7. Memory Tracks
8. Just Another Day
9. Epilogue

Line-up:

Billy Sherwood
Colin Moulding, Rick Wakeman, Steve Hillage, Mel Collins — brano 1
John Wetton, Derek Sherinian, John Wesley — brano 2
Sonja Kristina, Peter Banks, Larry Fast — brano 3
Fee Waybil, Steve Morse, Jordan Rudess — brano 4
Gary Green, Tony Kaye — brano 5
Nik Turner, Geoff Downes — brano 6
Alan Parsons, Steve Stevens, Patrick Moraz, Chris Squire — brano 7
Roye Albrighton — brano 8
William Shatner, Jim Cuomo — brano 9

Disponibile dal 09/10/2013

http://www.cduniverse.com/productinfo.asp?pid=9000278

domenica 17 febbraio 2013

The Rome Pro(G)ject - The Rome Pro(G)ject 2012 (Symphonic Progressive) Multinazioni

The Rome Pro(G)ject è una passeggiata musicale attraverso la storia, i luoghi e la bellezza della Città Eterna.  E' il 2765° anniversario della fondazione di Roma ed alcuni dei personaggi più importanti e rappresentativi della scena rock progressive  ne hanno celebrato la grandezza. Il disco è una cavalcata strumentale attraverso i suoni sinfonici dei '70, un concept album composto da 10 brani inediti scritti da artisti come: Francesco Di Giacomo (Banco De Mutuo Soccorso), David Cross (King Crimson), John Hackett, Steve Hackett (Genesis, GTR, SH Elettrico Band), David Jackson (Van Der Graaf Generator), Nick Magnus, Richard Sinclair (Caravan, Hatfield And The North, Camel),...etc...!
Ideato e realizzato da Vincenzo Ricca eclettico compositore Cosentino.
Track list:
01) Prologue
Narratore (Francesco Di Giacomo)
02) ...April 21st 753 A.C.
Composto da Vincenzo Ricca e Paolo Ricca.
Arrangiato da Vincenzo Ricca.
Francesco Di Giacomo - Narratore
Vincenzo Ricca - Keyboards
Paolo Ricca - Electric Guitar
Frank Carducci - Electric Bass
Luca Grosso - Drums
03) Over 2.000 Fountains
Composto ed arrangiato da David Cross E Vincenzo Ricca.
David Cross - Electric ed Acoustic Violin
Vincenzo Ricca - Keyboards
Frank Carducci - 12 Strings guitar, Electric Bass
Luca Grosso - Drums
04) In And Around The Colosseum
Composto da Mauro Montobbio
Arrangiato da Mario Montobbio con Elisa Montalto,Fabio Gremo,Paolo Paolo Tixi de "Il Tempio Delle Clessidre" e da Vincenzo Ricca.
Mauro Montobbio - Electric and Acoustic Guitars - Keyboards
Elisa Montalto - Grand Piano
Fabio Gremo - Electric Bass
Paolo Paolo Tixi - Drums
05) Monuments And Statues Everywhere
Composto da John Hackett e Nick Magnus.
Arrangiato e prodotto da Nick Magnus.
John Hackett - Flute
Nick Magnus - Keyboards and Virtual Instruments Including, Drums and Guitars
06) Down To The Domus Aurea
Composto arrangiato e prodotto da Steve Hackett e Vincenzo Ricca.
Steve Hackett - Electric Guitars
Vincenzo Ricca - Keyboards
Danilo Chiarella - Electric Bass
Maurizio Mirabelli - Drums
07) Caracalla's Dream
Composto da Richard Sinclair e Vincenzo Ricca
Arrangiato e prodotto da Vincenzo Ricca
Richard Sinclair - Fretlessd Bass
Vincenzo Ricca - Keyboards
Jerry Cutillo - Flute
Giorgio Clementelli - Acoustic Guitar
Luca Grosso - Drums
08) A Mankind's Heritage
Composto da David Jackson e Vincenzo Ricca
Prodotto ed arrangiato da Vincenzo Ricca
David Jackson - Saxes, Flutes & Whistles
Vincenzo Ricca - Keyboards
Frank Carducci - Electric Bass
Luca Grosso - Drums
09) Towards The Future...
Composto arrangiato e prodotto da Vincenzo Ricca
Vincenzo Ricca - Keyboards
Mauro Montobbio - Electric and Classic Guitar
Danilo Chiarella - Fretless Bass
Maurizio Mirabelli - Drums
10) The Mouth Of Truth
Composto arrangiato e prodotto da Steve Hackett e Vincenzo Ricca
Steve Hackett - Electric Guitar
Vincenzo Ricca - Keyboards
Maurizio Mirabelli - Drums

Link esterni:
https://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=rNHGlqwyg7E

https://www.youtube.com/watch?v=QvdnlLqsLQk&feature=player_detailpage


domenica 21 novembre 2010

Colossus Projects - Dante's Paradiso ( The Divine Comedy part. III ) 2010 Various Artists


Si completa la saga progressiva della divina commedia del sommo Dante Alighieri voluta e concepita dall’ etichetta norvegese “Colossus Project” e realizzata in collaborazione con la “Musea Records” (etichetta francese sempre attenta al movimento progressivo). Anche questo ultimo atto(Paradiso) è stato redatto con 4 splendidi CD con eccelenti interpretazioni da parte di tutti i gruppi partecipanti al progetto. Da notare come ancora una volta, anche per questo terzo lavoro, i musicisti si siano attenuti soltanto all’uso di strumenti in voga negli anni ’70 come:Hammond,Melletron,Minimoog,Rhoades Fender Etc…., anche le musiche,naturalmente,hanno tutta l’atmosfera degli anni ‘70(Genesis,Yes,Van Der Graaf Generator,E.L.P. Etc…).
Track Listing:
CD 1
01) Marco Lo Muscio - Intro The Celestial Way
02) Little Tragedies - Canto I
03) Nuova Era - Canto II
04) Greewall - Quel Mare Al Qual Tutto Si Move
05) Mathijs Herder - Longing
06) Nexus - El Secundo Reino
07) Brighteye Brison - Under Ornens Vingur
08) The Redzen - Alexa In The Cage
09) Tommy Eriksson - Fallig Into Bliss
CD 2
01) Posto Blocco 19 - L'Ultima Acqua
02) Oracle - Kings Of The Future Past
03) Faveravola - Del Francescano Sole
04) Armalite - Il Cerchio, La Luce e La Virtù
05) Groovector - Houkutja Kuninkaat
06) Roz Vitalis - Canto XIV
07) De Rossi & Bordini - Dentro La Cerchia Antica
08) Echoes - Nel Cerchio Di Luce
09) Jaime Rosas - Cruz Del Sur
CD 3
01) Kbridge - Canto XVIII
02) Simon Says - The Needle's Eye
03) Colossus Project - In The Eye Of The Eagle
04) Ozone Player - Canto 21
05) Jinetes Negros - A Li Occhi belli
06) Blank Manuscript - Living Star
07) Nemo - Sans Voix
08) Daal - Static Stars
09) Matthijs Herder - Sacratus
CD 4
01) Mist Seasons - Defending Hands
02) Kotebel - Canto XXVIII
03) Tabula Smaragdina - Angyal
04) Raimundo Rodulfo - El Sol De Sus Ojos
05) Flamborough Head - Labyrinth Of Light
06) Lady Lake - Miserere Mei
07) Yesterdays - 33
08) Marco Lo Muscio - Outro
09) Atlantis001 - Conclave Deorum

domenica 15 novembre 2009

Colossus Projects - Dante's Purgatorio ( The Divine Comedy part. II) 2009 Various Artists

Tracks Listing
CD - 1
01 - SIMON SAYS (Swe) "Intro",02 - NEMO (Fra) "Canto I",03 - KEYBRIDGE (Ita) "Canto II",04 - OZONE PLAYER (Fin) "Canto III",05 - RAIMUNDO RODULFO (Ven) "Canto IV",06 - TEN MIDNIGHT (Ita) "Canto V",07 - SOULENGINE (Ita) "Canto VI",08 - WILLOWGLASS (Uk) "Canto VII",09 - ATLANTIS 1001 (Ita) "Canto VIII".
CD - 2
01 - CONTRAPPUNTO PROJECT (Ita) "Canto IX",02 - SOPHIA BACCINI (Ita) "Canto X",03 - NEXUS (Arg) "Canto XI",04 - NUOVA ERA (Ita) "Canto XII",05 - SURVIVAL (Hol) "Canto XIII"06 - LITTLE TRAGEDIES (Rus) "Canto XIV",07 - ARMALITE (Ita) "Canto XV",08 - PHIDEAUX (Usa) Canto XVI",09 - TOMMY ERIKSSON (Fin) "Canto XVII".
CD - 3
01 - ENTRANCE (Chi) "Canto XVIII",02 - MAXWELL'S DEMON (Usa) "Canto XIX",03 - RAK (Sui) "Canto XX",04 - COLOSSUS PROJECT (Ita) "Canto XXI",05 - MATTHIJS HERDER (Hol) "Canto XXII,"06 - MAD CRAYON (Ita) "Canto XXIII",07 - TABULA SMARAGDINA (Hun) "Canto XXIV",08 - BLANK MANUSKRIPT (Aut) "Canto XXV,"09 - LADY LAKE (Hol) "Canto XXVI".
CD - 4
01 - GROOVECTOR (Fin) "Canto XXVII"02 - MIST SEASON (Fin) "Canto XVIII"03 - FLAMBOROUGH HEAD (Hol) "Canto XXIX"04 - YESTERDAYS (Hun) "Canto XXX"05 - B612 (Ven) "Canto XXXI"06 - EQUILIBRIO VITAL (Ven) "Canto XXXII"07 - JINETES NEGROS (Arg) "Canto XXXIII"08 - SIMON SAYS (Swe) "Outro"
Bonus Track
09 - PASINI & RAGOZZA (Ita) "Purgatorio

Link esterno - http://www.amazon.com/Dantes-Purgatorio-Divine-Comedy-Part/dp/B002TKOQNG

Colossus Projects - " Inferno " A Progressive Rock Epic 2008 Various Artists

CD - 1
01. Nuova Era - Lasciate Ogni Speranza , Voi Ch'entrate (06:11)02. Yesterdays - Isteni Szinjatek (04:35)03. Little Tragedies - Canto III (06:06)04. Lady Lake - From the Quiet to the Air that trembles (07:28)05. Greenwall - Come Corpo Morto cade (10:09)06. Nemo - Inferno (Six Pieds sous Terre) (07:08)07. Nexus - El Cuarto Circulo (The Fourth Circle) (07:57)08. Atlantis 1001 - Back to Earth (07:12)09. Flamborough Head - Daughters of Night (06:56)10. Colossus Project - Inferno Canto (07:27)
CD - 2
01. Court - Anastasius Epitaph (06:16)02. Willowglass - The Crossing (06:10)03. Wicked Mind - Blood from the Trees (09:18)04. Brightey Brison - Capaneus (05:12)05. Matthijs Herder - Brunetto (07:00)06. Garamond - Canto XVI (06:58)07. Ars Nova - Demon's Forest (07:59)08. Il Castello di Atlante - Malebolge (08:50)09. Groovector - Ainiaan erhe (06:46)
CD - 3
01. Cap - La Danza dei Contrari (09:10)02. Ozone Player - Inferno XXI (06:28)03. Sinkadus - Stuck in Hell (06:41)04.Viima- XXIII (06:39)05. Nota bene - La Profezia (06:43)06. Entrance - Serpientes (09:34)07. Advent - Canto XXVI (05:21)08. Contrappunto Project - Guido da Montefeltro (04:18)
CD - 4
01. Armalite - Scisma (06:41)02. Corte Aulica - Dissolvenza (07:32)03. Raimundo Rodolfo - Falsedad y Castigo (07:06)04. De Rossi & Bordini - Pozzo dei Giganti (07:53)05. Tempano- The IX Circle - Traitors (09:58)06. Nathan Mahl - The Comfort of Tears (06:57)07. Simon Says - Become a Boy (08:53)

sabato 6 dicembre 2008

The River Of Constant Change - A Tribute To Genesis

Eccellente cast progressivo scelto dalla "Mellow Records" per questo doppio tributo ai Genesis
Track list:
CD 1°
01 - Algebra - Dusk
02 - Decode - Can-Utility And The Coastliners
03 - Notturno Concertante - The Carpet Crawlers
04 - Moongarden - Living Forever
05 - Lincoln Veronese - Time Table
06 - Queen Of Maybe - Blood On The Rooftops
07 - Art And Illusion - Lilywhite Lilith
08 - Finisterre - Harlequin
09 - T.M.A. - Ravine
10 - Legend - The Day The Light Went Out
11 - Nostalgia - Am I Very Wrong? A Place To Call My Own
12 - Men Of Lake - Twilight Alehouse
13 - Germinale - The Knife
14 - The Ancient Veil - The Lamia
CD 2°
01 - Max Michelotto - Horizons
02 - Graziano Romani - Looking For Someone
03 - Dracma -The Light Dies Down On Brodway
04 - Submarine Silence - Entangled
05 - Seconds Out - Watcher Of The Skies
06 - Mysia - Hairless Heart
07 - Mirage - Dancing With The Moonlit Knigth
08 - Evolution - White Mountain
09 - Final Conflict - No Son Of Mine
10 - Irrgarten - In The Rapids
11 - Paul Ward - Wot Gorilla?
12 - Unicorn - Afterglow
13 - Galahad - The Chamber Of 32 Doors