Visualizzazione post con etichetta Svezia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Svezia. Mostra tutti i post

venerdì 3 maggio 2024

Kaipa - Sommargryningsljus 2024 (Symphonic Prog) Svezia

                            Kaipa - Sommargryningsljus

                                                                    Symphonic Prog



Dopo 49 anni dall'album di debutto e con il tastierista Hans Ludin, unico rimasto, la band pubblica l'ultima sua fatica discografica.
 Il suo 15° album in studio, ennesima meraviglia dal titolo "Sommargryningsljus" che tradotto letteralmente, significa ' luce dell'alba estiva'  rappresenta il viaggio attraverso la notte per incontrare nuovamente la luce.
Questo nuovo lavoro si presenta come un viaggio affascinante attraverso il vasto e colorato paesaggio del progressive-rock, fedele alla tradizione della band ma con occhi puntati verso nuovi orizzonti musicali. In questo articolo mi propongo di esplorare le novità introdotte in quest'album, mettendole a confronto con le produzioni precedenti, analizzando le evoluzioni stilistiche e musicali che contraddistinguono il percorso della band svedese.

Panoramica

"Sommargryningsljus" emerge come un opera complessa e stratificata, ricca di texture sonore che spaziano dal folk nordico a esplorazioni sinfoniche, dall'hard rock all'avanguardia jazzistica, mantenendo sempre vivo il legame con le radici del progressive rock degli anni '70. La capacità dei Kaipa di fondere melodie accattivanti con complessità compositive e strumentali dimostra la loro inesauribile fonte di creatività e la ricerca di un suono sempre nuovo ma coerente con il loro stile.

Confronto con lavori precedenti

Analizzando la discografia dei Kaipa, è evidente come ogni album abbia rappresentato un passo in avanti nel loro percorso artistico. "Sommargryningsljus", tuttavia si distingue per la sua capacità di sintetizzare gli elementi più caratteristici dei lavori precedenti, elevandoli a nuovo livello, Se confrontato con album come 'Vittjar' o 'Sattyg', "Sommargryningsljus" mostra equilibrio più marcato tra le melodie vocali e le parti strumentali, unendo complessità e accessibilità in maniera eccellente.

Evoluzione Stilistica e Musicale

La band, nel corso degli anni, ha saputo rinnovarsi costantemente, accogliendo nelle sue file musicisti capaci di apportare freschezza e nuove idee. Quest'ultima opera testimonia un'evoluzione in cui le influenze folk si fondono con elementi di musica classica e sonorità moderne, creando un sound unico che rispetta la tradizione prog rock per essendo profondamente innovativo. La maturità compositiva dei Kaipa raggiunge con "Sommargryningsljus" una delle espressioni più alte, dimostrando come la band non abbia paura di sperimentare e di evolversi.

Nuove influenze e Contaminazioni Sonore

"Sommargryningsljus" è un album che trae ispirazione da un'ampia varietà di fonti, evidenziando l'apertura della band verso nuove influenze. L'introduzione di strumenti atipici per il genere, come nyckelharpa e violini folk, insieme all'uso innovativo dei sintetizzatori, conferisce all'album una patina di originalità e freschezza. Queste contaminazioni sonore non solo arricchiscono  il tessuto musicale dei Kaipa ma lo proiettano verso nuovi orizzonti espressivi, rendendo "Sommargryninglsjus" un crocevia di culture musicali.

Impatto sul Panorama Musicale Attuale

Il rilascio di "Sommargryningsljus" si inserisce in un contesto musicale in cui il progressive rock sta vivendo una nuova giovinezza, grazie a band che, come i Kaipa, riescono a innovarsi mantenendo vive le radici del genere. La capacità dell'album di parlare a un pubblico vasto e variegato, coniugando complessità e accessibilità, testimonia l'importanza di questo lavoro non solo per gli amanti del prog rock ma per il panorama musicale in generale. "Sommargryningsljus", con le sue sonorità ricercate e le sue ambizioni artistiche, si staglia come un faro luminoso nella produzione musicale contemporanea, indicando una via possibile per la musica del futuro.

Track list:

1 - Sommargryningsljus (1:30)

2 - Seven Birds (9:50)

3 - Like Thousand Dawns (11:08)

4 - Revelationview (9:28)

5 - Chased By Volves and Burned the Sun (10:17)

6 - Spiderweb Train (15:29)

7 - Songs in Our Hands (13:00)

8) - Sommargryningsljus (3:58)

9) Sommargryningsljus ( Single Edit) Bonus Track (5:24)

Line-up

Hans Ludin - tastiere, voce

Patrik Lundstrom - voce

Aleena Reingold - voce

Jonas Reingold - basso

Per Nilsson - chitarre elettriche ed acustiche

Darby Todd - batteria

Con:

Elin Rubinsztein - violino

Fredrik Lindqvist - flauto dolce e fischietti

Olof Aslund - Sax

Per un primo ascolto


Single Edit (Official Lyric Video)


Uno sguardo al passato
Discografia


Urskog (2022)

                                                        In The Wastelands Of My Mind

                                                         Children Of The Sounds (2017)

                                                             What's Behind The Fields

                                                                        Sattyg (2014)

                                                                   A Sky Full Painters

                                                                        Vittjar (2012)

                                                                     First Distraction

                                                       In The Wake Of Evolution (2010)


                                                             In The Wake Of Evolution

                                                               Angling Feelings (2007)

                                                           The Glorious Silence Within

                                                                Mindrevolutions (2005)

                                                                  Remains Of The Day

                                                                     Keyholder (2003)

                                                               A Complex Work Of Art

                                                            Notes From The Past (2002)

                                                                  Mirror Of Yesterday


Il Periodo Pop
                                                                   Nattdjurstid (1982)

                                                                          Cellskrack

                                                                       Hander (1980)

                                                                    Med Trasiga Segel



Gli Inizi e il grande Prog dei '70
Solo (1978)

Full Album

Inget Nytt Under Solen (1976)

Skenet Bedrar


Kaipa (1975)

Full Album



domenica 17 marzo 2024

HFMC - Eternal Snapshot (Crossover/Eclectic Prog) 2024 Svezia

            

  Buy here ( https://hfmc.bandcamp.com/album/eternal-snapshots?from=fanpub_fb )

                                                     HFMC. ETERNAL SNAPSHOT

La Dutch Music Works ha appena annunciato "Eternal Snapshot"  di Hasse Froberg & Musical Companion.

Il 2024 segna il quarantesimo anniversario da quando Hasse ha pubblicato il suo primo album. Cosa c'è di meglio per celebrare quarant'anni come artista discografico che pubblicarne uno nuovo?

Il nuovo disco degli HFMC "Eternal Snapshot" è il sesto album in studio della band. E' un concept album che affronta domande su come diventiamo ciò che siamo. E' tutto predeterminato? Il destino è coinvolto nella nostra vita?

Il titolo "Etrnal Snapshot" riflette il fatto che ogni secondo nasce un nuovo destino di vite e qui possiamo seguirne due.

L'album sarà pubblicato il 6 giugno 2024 su CD, in vinile in edizione limitata in due diversi colori, in download digitale e in streaming su tutte le piattaforme digitali. Sarà disponibile anche uno speciale cofanetto in edizione altamente limitata!

Dal canto mio, oggi stesso, ho fatto il pre-ordine assicurandomi una copia di questo nuovo lavoro di una  band che non ha mai deluso le mie aspettative. Vi consiglio di fare altrettanto, per non farvi scappare un album destinato ad essere eletto come uno dei migliori lavori del 2024. 

Track Listings:

01) All I Wanted To Be (Part. 1)

02) Deverse To Be Happy

03) Wherever You May Go

04) No Messiah

05) Once In A Lifetime

06) Only For Me

07) The Yard

08) Searching For The Dark

09) A Sorrowful Mariner

10) Blind Dog

11) All I Wanted To Be (Part. 2)

Line-up:

Hasse Froberg - Vocals, Electric & Acoustic Guitars

Sampo Axelsson - Bass Guitar

Kjell Haraldsson - Keyboards, Piano, Organs

Anton Lindsjo - Guitars

Ola Strandberg - Drums, Backing Vocals

DISCOGRAFIA:

Per un primo ascolto:

                                                                  FUTURE PAST (2010)

HFMC - Future Past

                                                            I Wouldn't Change A Thing


                                                                      HFMC (2015)

HFMC - HFMC 2015

                                                                         Album Teaser

                                      NO PLACE LIKE HOME - THE CONCERT (2017)

                                                                       Album Teaser


                                                             PARALLEL LIFE (2019)


                                                               Sleeping With The Ghost

                                                           WE ARE THE TRUTH (2021)

                                                                     Promotional Video



martedì 3 ottobre 2023

Unifaun - Unifaun (Symphonic Prog) 2008 Svezia


Unico Essenziale album ad essere prodotto da questa band Svedese, un vero peccato perchè le premesse erano molto promettenti.
Se amate il prog anni '70 ed i Genesis, non potete perdervi questo disco.
Già il nome del gruppo è una garanzia,UNIFAUN , è infatti ricavato dal famosissimo brano dei GENESIS " Dancing With The Moonlit Knight" dall'album "Selling England By The Pound" del 1973.

Il disco è facilmente reperibile. Non perdetevelo.

Ah, dimenticavo: Nad Sylvan è il novello Peter Gabriel (ascoltare per credere).
In seguito sarà  in pianta stabile la voce della Steve Hackett Band.




Tracks List:

1. Birth of a Biggie (7:37) 2. To the Green Faerie (6:16) 3. Mr. Marmaduke and the Minister (7:59) 4. Swingers Party (5:48) 5. Rehacksis (7:41) 6. Quest for the Last Virtue (13:57) 7. A Way Out (6:18) 8. Finistere (2:36) 9. Welcome to the Farm (4:30) 10. Maudlin Matter (4:09) 11. Bon Apart (1:28) 12. End-or-Fin (7:36)

Line-up:

Nad Sylvan / Vocals, Guitare, Bass, Keyboards, Drums Bonamici / Keyboards and Vintage sound






venerdì 25 maggio 2012

Anglagard - Viljans Oga 2012 (Symphonic Prog) Svezia

Eccezionale notizia per tutti coloro che amano il progressive ( quello vero, d'annata) . Gli svedesi Anglagard sono tornati in studio per la produzione del loro terzo album, Viljars Oga, già in uscita per il mese di giugno. Inutile suggerirvi di prenotare una copia.
Gli Anglagard sono:
Mattias Olsson: drums,percussion and noise
Johan Brand: bass and taurus
Thomas Johnson: pianos,mellotrons and synths
Jonas Engdegard: guitars
Anna Holmgren:flute and saxophone

Buy album - http://www.eventyrrecords.com/



venerdì 26 marzo 2010

Kaipa - In The Wake Of Evolution 2010 Symphonic Prog (Sveden)


Avete certamente visto qualche volta un caleidoscopio ,ed ammirato i meravigliosi colori che lo caratterizzano.
Con "In The Wake Of Evolution" i Kaipa hanno realizzato il primo impareggiabile caleidoscopio musicale. Le cascate di note delle tastiere di Hans Lundin e le note a grappoli delle chitarre di Per Nilsson, sembrano infrangersi in una parete di cristallo puro. Il disco è suonato con autentica maestria(le qualità del gruppo sono indiscutibili) e con una sezione ritmica mai doma.
Ancora una volta gruppi come i Kaipa, ci ricordano che il progressive(quello vero,d'annata) è ancora vivo.
Questo è (se non lo avete ancora capito) un disco imperdibile.
Tracks list:
1) In The Wake Of Evolution (10:57)
2) In The Heatr Of Her Own Magic Field (05:12)
3) Electric Power Water Notes (17:50)
4) Folkia's First Decision (02:33)
5) The Words Are Like Leaves (05:36)
6) Arcs Of Sound (08:22)
7) Smoke From A Secret Source (09:24)
8) The Seven Oceans Of Our Mind (10:09)
Line-up
Hans Lundin - Tastiere,Voce
Jonas Reingold - Basso
Per Nillson - Chitarre
Patrik Lundstrom - Voce
Morgan Agren - Batteria
Aleena Gibson - Voce