venerdì 29 settembre 2023

Le Convention di Genesismarillion (Vol. 1) - Dal Beat al Prog (Disco Convention)

                                                      Le convention di genesismarillion

                               Dal Beat al Prog (Vol.1)




Dal Beat al Prog vol I°,è la quarta compilation che realizziamo per discutere di progressive nelle nostre convention che vanno avanti ormai da parecchi anni.
I dischi convention (così come li abbiamo chiamati) sono raccolte di brani che seguono un tema prestabilito secondo un criterio del tutto personale e per nulla pretenzioso.


Nei '70, il progressive cresceva anche da incredibili personaggi del pop italiano.


Tracks lists:

                                                             01)I Maya - Salomon 1972


                                   02)Riccardo Fogli - Salutando un amico che va via 1979


                                                      03) I Camaleonti - Fantasia 1975


04)Fabio Celi e gli Infermieri - L'artista sadico 1973



                                      05)Fabrizio De Andrè - Il ritorno di Giuseppe 1970



                  06) Alberto Camerini - La ballata dell'invasione degli extraterrestri 1976




                                                        07) UT - Trasmigrazione 1974




                                                        08) I Pooh - Mediterraneo 1975




                                        09) Angelo Branduardi - Il Tempo che verrà 1974




                                            10) Riccardo Cocciante - Corpi di Creta 1972




                                   11) I Camaleonti - Che aereo stupendo la speranza 1975



                                                 12) Ivan Cattaneo - Oltre la Fiaba 1975



13) Eugenio Finardi - Caramba  1975



14) Crash - Meditation 1977



15) I Quelli - Hush 1969 (bonus track)




                                                        https://trbbt.net/fpqdcbpi4wy6.html

giovedì 28 settembre 2023

Le Convention di Genesismarillion (Vol. 2) - Dal Beat al Prog

Le Convention di genesismarillion

Dal Beat al Prog (Vol.2)


Secondo volume (doppio questa volta) di "Dal Beat al Prog", compilation realizzata per le convention a tema che io ed alcuni amici teniamo ormai da diversi anni.
Dal "Beat al Prog" vuole rappresentare in qualche modo, il momento di passaggio del testimone della musica Beat alla rivoluzione progressiva che sarebbe scoppiata da lì a poco.
Nei brani scelti convivono, infatti, l'ingenuità compositiva di alcuni passaggi Beat con splendidi arrangiamenti, propri, del Prog.



CD 1

01) La Bottega dell'Arte - Camelot




02) Charisma - L'ultimo Fiore




03) Azienda Tranviaria - Parole Inutili




04) Le Ali del Vento - Suite



05) Caelestium - Al Mattino




06) I Pooh - Parsifal part 1 & 2


07) Alisei - Emigrazione



08) Gli UH - Più Nessuno al Campo



09) Latitudine 45 - Neve




10) Quinta Stagione - Preludio N° 1




11) Apostholi - L'Arcobaleno (Full album)


12) Le Estensioni - L'Attesa


13) Le Impressioni - Promenade




14) Zucchero (G. Zuccaro) - Dorian Gray





CD 2

01) Il Segno dello Zodiaco - Toccata e Fuga



02) Condor - Preludio, La Strada dei Sogni



03) Exploit - Speranza


04) Rebus - Cogito Ergo Sum


05) Janus - Pescatore di Sogni


06) Music Operation - Look Around



07) Dragon - A Change is on the Way (Full album)




08) Charisma - Da Ora Senza Te



09) The Hover's - Big Fly



10) La Bottega dell'Arte - A Cynthia



11) Perdio - Ohio



12) Apogeo - Preludio


13) Gen Verde - A Thousand Shades


14) Ash - Easy Game


 https://trbbt.net/7xhi4xf2obqf.html


mercoledì 27 settembre 2023

Flame Dream - Elements 1979 Svizzera




Se siete alla ricerca di capolavori perduti e di album insperati, visto l'anno di pubblicazione dell'album di questi coraggiosi ragazzi, questo Elements dei Flame Dream fa proprio al caso vostro.
Questo è il secondo lavoro di questo ottimo gruppo svizzero di Symphonic Prog , album maturo con grandi aperture di tastiere e precisi interventi chitarristici nel classico stile prog anni '70. Una ventata di freschezza nel bel mezzo del nulla,
Consigliatissimo:

Track list

1 - Sun Fire
2 - Sea Monsters
3 - Earth Songs
4 - A Poem Of Dancing
5 - Bonus Instrumental

Line - up

Roland Ruckstuhl - Tastiere
Peter Wolf - Sax, Voce
Urs Hochuli Basso, Voce
Peter Furrer - Batteria





                           
                                                                       Full Album


martedì 26 settembre 2023

Clarion - Bourrèe 1995 New Prog Italy

Pagine flautistiche per flauto , oboe e corno inglese con la partecipazione degli Zauber:
Massimo Cavagliato - Batteria
Mauro Cavagliato -  Basso, Chitarra Classica
Oscar Giordanino -  Tastiere

Veramente interessante. Da ascoltare per concedersi momenti di relax assoluti. 
Trattasi di brani famosi rivisitati con grande maestria. Vedi la track list qui sotto.
Consigliato.





I Clarion sono:

Gianni Cristiani - Flauti,Ottavino
Barbara Bonelli - Oboe,Corno inglese

Ospiti:
Leo Fiore - Voce (brani 3, 9)
Liliana Bodini - Voce (Brani 9, 11)
Davide Rossotto - Chitarra Elettrica  (Brano 11)
Silvio Ferrero - Tastiere e Sequencer (Brano 6)
Manuela Mortara - Voce (Brano 6)

Track list:
01 - House of the King(Akkerman)-Focus   (02:24)
02 - Talybont(Shulman,Shulman,Minnear)-Gentle Giant   (01:50)
03 - Impressioni di Settembre(Mussida,Mogol,Pagani)-PFM   (03:35)
04 - Hands of the Priestess(Hackett)-Steve Hackett   (04:48)
05 - Suoni(Carletti,Contini)-Nomadi   (02:40)
06 - Anthem(Gladwyn)-Amazing Blondel   (02:41)
07 - Umanamente Uomo:Il Sogno(Battisti,Mogol)-Lucio Battisti   (04:12)
08 - R.I.P.(Nocenzi,DiGiacomo)-Banco del Mutuo Soccorso   (05:00)
09 - Caravan Song(Batt)-Mike Batt   (03:26)
10 - Birdman,The Reflection(Mc Donald)-Mc Donald&Giles   (02:45)
11 - Non So Fingere(Giordanino,Cavagliato)-Zauber   (04:10)
12 - Bourrèe(J.S.Bach)-Jethro Tull   (03:41)
13 - For Absent Friends(Poziakov,Cavagliato)-Clarion   (02:10)
14 - Nimbleness(Giordanino)-Myros   (03:11)



Qui sotto il link per ascoltare tutto l'album ed eventualmente, acquistarlo

https://mellowlabelproductions.bandcamp.com/album/bourr-e




domenica 24 settembre 2023

Haze - World Turtle 1994 UK


Gli Haze furono formati da Paul McMahon nel 1978 e si affermarono all'inizio degli anni ottanta come una delle band "progressive" più attive. Dieci anni, quattro batteristi e 700 concerti dopo, la band si sciolse, lasciando un'eredità di 2 LP , 3 singoli e 8 cassette. I McMahon Brothers formarono quindi i World Turtle, un quartetto comprendente il batterista dei "Pendragon" Fudge Smith, ma la band ebbe vita breve, si sciolse nell'ottobre del 1989 quando Paul se ne andò a causa della disillusione nei confronti del mondo della musica. Due anni dopo i fratelli tornarono in attività con una nuova band che, dopo un paio di cambi di nome e formazione, si ridusse a un duo e ancora una volta sono diventati World Turtle. Questo CD contiene nuove registrazioni dei brani che avrebbero formato il terzo LP degli Haze, alcuni dei quali sono apparsi sulle 2 cassette World Turtle - Alien Shore (1989) e Groove Taboo (1992), oltre a il meglio dei recenti World Turtle, i brani Haze ri-registrati e il brano inedito Epitaph. Gli Haze su disco non sono mai stati all'altezza degli Haze sul palco, anche se il CD rimasterizzato di "In The End" su Kinesis Disc risolve in qualche modo questo problema. Questo CD  finalmente è ben registrato ed offre un assaggio dei lavori più recenti dei World Turtle.

Track Lists:

01) The Ember 4:36
02) See Her Face 3:44
03) Ship Of Fools 
04) The Edge Of Heaven 6:06
05) Don't Leave Me Here 5:20
06) Epitaph 4:47
07) Under My Skin 4:16
08) New Dark Ages 4:16
09) Safe Harbour 4:50
10) Autumn  6:47
11) Another Country 4:57
12) Straw House 4:42
13) Wooden House 4:21
14) Stone House 6:20







                                                               Haze - World Turtle live 

mercoledì 20 settembre 2023

Mechanical Butterfly - The Irresistible Gravity 2014 ( Italian Progressive Rock )

The Irresisistible Gravity, è l'ultimo lavoro ( EP precedenti ) dei Mechanical Butterfly, Sicilian Prog Band di Acireale (CT), all'attivo dal 2006.
Album di estremo interesse per gli amanti del progressive rock, e non solo. Il Prog Rock dei "Mechanical", è un ricco caleidoscopio musicale: si passa dal metal prog  all'elettronica, dalle reminescenze celtiche  all'eclectic ed al symphonic prog, tutto eseguito con grande tecnica e maestria, la voce di Francesca, poi,  calda e potente, si inserisce tra le note donando compattezza e forza a tutto l'ensemble musicale.
Questo è un piccolo gioiello dell' Heavy Prog italico. Molto consigliato, disco da avere o quantomeno conoscere.
Buon ascolto.

Tracks list:
01) Suoni dalle Stelle
02) Labyrinth of Doors
03) Marks of Time
04) The Alchemist
05) Emerald Tears
06) Sparks Within a Downpour
07) Gravity
08) La Fenice - bonus track


                                            BIOGRAFIA MECHANICAL BUTTERFLY



Il progetto Mechanical Butterfly nasce nel 2006 dalla collaborazione tra i due chitarristi Alessio
Oranges e Dario Laletta, col contributo di Giovanni Valastro ai fiati ed alle tastiere. I due
compongono brani di matrice rock con varie contaminazioni musicali, avvalendosi dell'uso di
suoni campionati per la programmazione delle parti di batteria e basso. In questo modo viene
realizzato il primo EP, esclusivamente strumentale, dal titolo omonimo.
Successivamente si aggiungono al gruppo Andrea Zappalà alla batteria e Giuseppe Padalino al
basso, entrambi già membri della cover band Aracne, mentre dopo qualche mese si unisce anche
la tastierista Laura Basile.
Nell' aprile del 2007 Francesca Pulvirenti entra a far parte del gruppo quale voce della band.
Con l'arrivo di Francesca il gruppo torna a lavoro componendo nuovi pezzi e riarrangiandone
anche uno precedentemente inserito nel disco strumentale. Così nel maggio 2008 si giunge
all’autoproduzione del secondo EP "Mechanical Butterfly" (copertina realizzata da Gianlorenzo Di
Mauro) contenente quattro tracce, che viene recensito da vari siti e riviste (Troublezine,
Jabadabadoo, Femmerock, Audiodrome, Soundmagazine, L’Urlo, New L’ink, La Sicilia, Jamendo,
Artistsandbands, Whipart) e ottiene diversi passaggi FM in radio locali e nazionali
(RadioAlzoZero, Radio Universal, Radio Catania - Radiospace, Radio ABC, Radio Etna Espresso,
Radio Zammù, Radio Fantastica, Radio CRM - Rock Revolution, Rai Radio1 - DEMO).
Contemporaneamente, la band partecipa a svariati concorsi locali tra l’acese e il catanese, fra cui
“Promusic” nel 2007 e “Live Rock Square” nel 2008, conquistando in entrambi il primo
piazzamento, e "Rumori Barocchi" nel 2010 ottenendo il secondo posto. Nel 2011 i Mechanical
Butterfly si esibiscono anche al concorso nazionale “Rock Targato Italia”.
Nel 2010 assistiamo ad un cambiamento di formazione con Toti Bella alla batteria e Gianlorenzo
Di Mauro al basso, sebbene già sin dall’inizio del 2011 si verifichi un nuovo avvicendamento che
vede in Roberto Marano l’attuale bassista della band.
Nell’ottobre 2011 il chitarrista e cofondatore Dario Laletta abbandona il progetto.
Nel marzo 2013 la band entra in sala per le registrazioni del suo primo full-lenght, raggiungendo
un livello di impatto sonoro e stilistico ben più definito e coerente rispetto ai lavori precedenti e
che, con l'unica chitarra di Alessio, vede il proprio organico stabilizzatosi in cinque elementi.
Nel luglio 2014 esce "The Iressitible Gravity", album ancora autoprodotto. Vanta diverse
recensioni su Prog Archives, Jamendo, Wisdom Mag, Be-CREATIVE e passaggi radio su
Overthewall - Rdiomouse.
Per un nuovo turnover, da settembre 2014 troviamo al basso Emanuele Maita ed alla batteria
Gioele Gentile.
La nostra metamorfosi è in continuo movimento...

Mechanical Butterfly - Mechanical Butterfly EP 2009
Tracks list:
01) Mechanical Butterfly
02) L'acrobata Del Deserto
03) Turn Around The Space
04) Mirror Of Memories
Mechanical Butterfly 2014



Link:

https://mechanicalbutterfly1.bandcamp.com/releases#
https://it-it.facebook.com/mechanicalbutterflyband
https://www.jamendo.com/it/artist/351661/mechanical-butterfly (dove si possono scaricare free,  i  primi lavori)
http://www.reverbnation.com/mechanicalbutterfly
http://www.reverbnation.com/mechanicalbutterfly

https://www.youtube.com/watch?v=KCUX9XTyMOY

venerdì 15 settembre 2023

Jacques Tom Rivest - Jacques Tom Rivest 1979 (Canada)


Questo è il primo album solo del chitarrista e compositore Jacques Tom Rivest dei Canadesi Pollen. Eccellente lavoro di prog romantico e sinfonico con riferimenti mai banali a Genesis, Gentle Giant ed anche alla nostra PFM. Le tastiere veramenti essenziali, ricamano meravigliosi tappeti sonori, nei brani più acustici la chitarra 12 corde di Jacques ci consiglia di sederci per ascoltare con attenzione quanto di emozionante arriva alle nostre orecchie. Questo, anche se è il primo lavoro di questo bravo chitarrista, sembra il proseguo naturale dell'album omonimo e capolavoro dei "Pollen" pubblicato nel 1976.  
Disco essenziale per qualsiasi fan del progressive rock.

Tracks list:

1) Dimanche  02:10
2) La Langue De Son Pays  05:48
3) Voyage Au Tibet  07:20
4) Clown D'un Soir  3:40
5) Messager Du Temps  03.43
6) Toujours Plus Haut  03:47
7) La Nuit  04:54
8) Truver Ma Libertè  04:13
9) Laisse Toè Donc Aller  03:20

Line up:
Jacques Tom Rivest - Voce,Piano, Chiarra Acustica e Chitarra Elettrica 12 corde
Richard Lemoyne - Organo Hammond, Mini Moog e Polymoog
Daniel Mathieu - Basso
Serge Courchesne - Batteria, Percussioni, Flauto e Corno Francese




POLLEN - POLLEN 1976 Canada






giovedì 14 settembre 2023

Baro - Lucillo & Giada - Topic Wurlenio 2019 (Italian Symphonic Prog)


Interessante riproposizione  dell'Andromeda Relix in doppio CD dei primi due lavori di Alberto Molesini in arte "Baro"(anche  bassista del gruppo neo prog "Marygold").
Lucillo & Giada del 1980 e Topic Wurlenio del 1983.
Lucillo & Giada è un concept con un unico brano di 45 minuti diviso virtualmente in 4 scene e 11 tracce godibilissime. Lo stile è molto vicino a sonorità  "Yes", specie per l'uso del basso alla "Squire" e l'uso corale delle voci. Le parti strumentali più sinfoniche, ricamano note di genesisiana memoria.
Topic Wurlenio, più maturo del precedente lavoro, e la naturale prosecuzione artistica di Molesini.

Tracks list:

Lucillo & Giada
Scena I
01) Danza di Eden I
02) Lamento
03) Se Vorrai

Scena II
04) L'Inganni di Giada
05) Nel Polo di Eden
06) Il Codice dell'Armonia

Scena III
07) Danza di Eden II
08) Our Fate Lies All Around the Universe

Scena IV
09) I 24 Anziani (include"The Clever Knife)
10) Il libro della Vita
11) Se Vorrai (il ritorno)

Tracks list:

Topic Wurlenio
01) Mosaico D'Uomo - Intro
02) Tracce di Un'Avventura
03) Ach the Stomach Contraction
04) Dialogo
05) Chiare Gocce di Pioggia
06) Attesa
07) Topic Wurlenio
08) Variazioni su "Chiare Gocce di Pioggia"
09) Mosaico D'Uomo

Line up:
Baro: Lead and backing vocals,bass,guitars,keyboards
Gigi Murari: Drums
With contributions of:
Paolo Zanella on Piano
Massimo Basaglia,Titta Donato,Nicola Rotta on guitars
Elena Cipriani on vocals





mercoledì 13 settembre 2023

Bad Dreams - Dejà Vù 2016 Symphonic Prog (Argentina)








I Bad Dreams sono una eccellente cover band dei Genesis. Per anni , hanno calcato i palcoscenici di mezzo mondo riproponendo il repertorio migliore  dei Genesis.
Questo "Dejà Vù" ,quì presentato, è il loro secondo personale lavoro, molto più maturo rispetto al precedente, sinfonico ed eclettico nello stesso tempo, al cantato  fanno da contraltare, batteria e basso, con una ritmica possente e precisa.
L'intervento di Steve Rothery ( chitarra dei Marillion ) ne impreziosisce maggiormente la già buona fattura.
Suggerisco a tutti gli amanti del genere di approfondire la conoscenza di questo gruppo che a mio parere ci ha regalato uno dei migliori dischi progressive del 2016.


Tracks list:
1. Samurai of the Rising Sun 6.21
2. Déjà vu 7.47
3. Fallen 7.20
4. Song For Augusto 8.23
5.
Moonlight 3.38
6. A Trick Of The Wind 4.39
7. Frida 5.12


Line-up:
Gabriel Agudo: Lead vocals and guitars
Jorge Tenesini: keyboards, synthesizers and programming
Alex Calvera: Bass and Moog bass pedals
Ariel Trifunoff: Lead guitars and backing vocals
Fernando Cornejo: Drums and backing vocals
Con:
Steve Rothery (Marillion) – Guitar solo (2)